+39 02 45 47 36 16 Live Chat

Intelligenza Artificiale, un’innovazione destinata a cambiare la società

2 agosto 2018

Dai chatbot agli assistenti digitali: la rivoluzione della AI è già in mezzo a noi, con un mercato fiorente in termini di business

La vera caratteristica distintiva dell’essere umano rispetto alle altre specie animali ha a che fare, in massima parte, con le sue capacità intellettive, che nel corso dei secoli hanno reso possibile lo sviluppo delle civiltà antiche e moderne. Da qualche anno a questa parte c’è però un fenomeno che sta progressivamente avvicinando questa caratteristica unica dell’umanità: stiamo parlando ovviamente dell’intelligenza artificiale (AI), che senza dubbio rappresenta uno dei trend tecnologici più discussi degli ultimi tempi, anche per le conseguenze che sul lungo termine potrebbe portare all’intera società.

Ma che cosa è esattamente l’intelligenza artificiale? Non esiste una definizione univocamente accettata, ma un buon punto di partenza può essere quello dell’Università di Stanford, che la identifica come “una scienza e un insieme di tecniche computazionali che vengono ispirate – pur operando tipicamente in maniera diversa – dal modo in cui gli esseri umani utilizzano il proprio sistema nervoso e il proprio corpo per sentire, imparare, ragionare e agire”.

Fin qui la definizione, ma nel concreto di cosa stiamo parlando? Già oggi la AI è in mezzo a noi con gli assistenti digitali dei telefoni cellulari, con i sistemi di guida assistita delle automobili, i chatbot che funzionano da primo servizio di customer care, i sistemi di traduzione automatica di testi e discorsi, i robot di nuova generazione presenti nelle fabbriche dell’Industria 4.0, ma anche negli algoritmi che sul web ci raccomandano prodotti e servizi di nostro gradimento e quelli che ci assistono nell’apprendimento, oppure nei videogiochi sempre più realistici e coinvolgenti. O ancora nei software dedicati che aiutano i manager delle aziende a prendere decisioni ponderate, gestendo in maniera razionale le enormi quantità di dati messi a disposizione dal boom del cloud e dell’Internet of things. Più precisamente secondo l’analisi dell’Osservatorio Artificial Intelligence del Politecnico di Milano, al momento i principali ambiti di applicazione della AI riguardano l’Intelligent Data Processing (35%), soluzioni che utilizzano algoritmi di AI per estrarre informazioni e avviare azioni basate sulle informazioni estratte, e i Virtual Assistant o Chatbot (25%), agenti software in grado di interagire con un interlocutore umano per eseguire un’azione o offrire un servizio. Seguono a distanza le soluzioni di Recommendation (10%), raccomandazioni personalizzate per indirizzare le decisioni del cliente in diversi momenti del percorso d’acquisto basandosi su informazioni fornite dagli utenti stessi, l’Image Processing (8%), che analizza le immagini per il riconoscimento biometrico e l’estrazione di informazioni, gli Autonomous Vehicle (7%), mezzi a guida autonoma in grado di percepire l’ambiente esterno e adattare le manovre di conseguenza, e gli Intelligent Object (7%), capaci di eseguire azioni senza intervento umano, interagendo con l’ambiente circostante tramite  sensori e apprendendo dalle azioni delle persone che li usano. Ci sono poi anche soluzioni marginali come Language Processing (4%), che elaborano il linguaggio per comprendere un testo, tradurlo o produrlo in autonomia a partire da dati e documenti, nonché gli Autonomous Robot (4%), in grado di spostarsi e muovere alcune parti, manipolare oggetti e eseguire azioni in autonomia. Questo variegato e sempre più fiorente mercato (12,5 miliardi di giro d’affari nel 2017 che arriveranno a 46 nel 2020) è abbondantemente presidiato dai maggiori Big dell’Information Technology: da Google a IBM, passando per Apple, Facebook e Microsoft, le grandi corporation hanno fiutato il trend, procedendo spesso all’acquisizione di startup attive nel settore. Per non parlare dei Governi, che hanno da tempo compreso le potenzialità strategiche e persino militari degli strumenti di intelligenza artificiale.

Ma qual è la situazione sul mercato italiano? La sensazione, stando sempre ai dati dell’Osservatorio del Politecnico di Milano, è che nel nostro Paese lo sviluppo della AI sia ancora in una fase embrionale: se da un lato il 56% delle grandi imprese oggetto dell’indagine ha già avviato progetti di Artificial Intelligence (contro circa il 70% di Francia e Germania), bisogna rilevare che i progetti sono orientati prevalentemente su soluzioni AI di base, ovvero Intelligent Data Processing (il 35% dei casi) e Virtual Assistant/Chatbot (25%), mentre sono quasi assenti le applicazioni più di nicchia, a sostegno dei processi interni delle aziende. La maggior parte dei progetti di intelligenza artificiale in Italia si concentra nei settori delle banche, finanza e assicurazioni (17%), automotive (17%), energia (13%), logistica (10%) e telco (10%).

Sull’intero mondo dell’intelligenza artificiale aleggia però una domanda di fondo che agita esperti del settore e non: ovvero, la AI ruberà il lavoro all’uomo? Una risposta che non è di semplice soluzione. La realtà è che probabilmente oggi è troppo presto per tirare fuori conclusioni definitive sul tema, anche se un segnale positivo arriva dallo studio del Politecnico di Milano: per il momento la domanda di lavoro nei progetti di AI è cresciuta, e non diminuita. Inoltre, le soluzioni di AI oggi sono utilizzate più come leva competitiva esterna per migliorare i servizi e la qualità che non come strumento per aumentare l’efficienza interna. Infine, le imprese appaiono consapevoli della delicatezza del tema, selezionando attentamente i progetti da attivare, considerando sia i benefici attesi sia l’accettabilità interna ed esterna dell’innovazione.

Credi che l’Intelligenza Artificiale applicata ai dati possa fare al caso tuo e del tuo business? Scopri Einstein, il tuo assistente personale by Salesforce!

TEN Tecnologie & Networking S.r.l.

Via della Giustizia, 10 B
20125 Milano - Italy
P. IVA: IT 13351760155

Telefono: +39 02 45473616
Fax: +39 02 45473089
E-mail: marketing@tengroup.it

Lutech Group




Log in